5 cose da sapere per il tuo sito E-commerce

Sei sicuro che il tuo sito e-commerce sia realmente efficace ed a norma? Abbiamo raccolto alcune opinioni dai nostri clienti. Ecco i 5 errori più comuni da evitare:

Non definire la clientela.

Non definire il proprio target è un errore. Con un target ampio è difficile rivolgersi in modo mirato a una certa tipologia di clienti e trovare gli influencer giusti. Piuttosto, sarebbe più proficuo concentrarsi su un solo tipo di target. Ciò consentirebbe di entrare davvero in sintonia con i clienti, né si avrebbero difficoltà a trovare gli influencer giusti per promuovere l’attività.

Essere dispersivi nella scelta dei prodotti.

Spesso, nel tentativo di incrementare le entrate di un negozio ecommerce, si aumentano i prodotti in vendita. Il possibile errore è quello di essere dispersivi, creando un assortimento di prodotti disomogenei. Peggio ancora, si può finire per vendere articoli inadatti al proprio brand.

In questi casi, le vendite provenienti dal traffico a pagamento possono non risentirne direttamente; ma diventa difficile rivolgersi a un target specifico o riuscire a incrementare la visibilità tra i risultati di ricerca organici. Questo è un errore legato più al branding che all’investimento in sé. Eppure, le scelte sulla costruzione del brand sono tanto importanti quanto quelle sugli investimenti. In fin dei conti, è la forza del brand a determinare il valore di un’impresa.

Non prestare sufficiente cura alla privacy

Con l’entrata in vigore del nuovo Regolamento Europeo in materia di privacy (Reg. 679/2016 UE) è divenuto essenziale possedere un giusto sistema di cura della privacy costituito non solo da informativa e cookie policy ma, altresì, dalle altre figure e documentazioni richieste dal Regolamento.

Questo aspetto è essenziale non solo perché richiesto dalla normativa (le sanzioni sono davvero salate!) ma in quanto consente al venditore di entrare in sintonia con una parte di pubblico sensibile a queste tematiche sviluppando un modello di business etico e rispettoso.

Non prestare cura alla proprietà intellettuale

Il pericolo che qualche malintenzionato si appropri indebitamente di marchi e/o disegni e/o modelli presenti su un sito e-commerce è sempre dietro l’angolo. Per questo motivo è fondamentale prestare la sufficiente cura alla tutela dei diritti di proprietà intellettuale ed industriale.

Quando la vostra attività è agli inizi, è facile vedere ogni servizio e software come la risposta miracolosa ai vostri problemi. Chi inizia a gestire un ecommerce spesso passa molto tempo sui vari siti web, in cerca di una soluzione per acquisire clienti.

Fuggire dalle società pay per click

Capita spesso, specialmente in fase di startup, di avviare rapporti con aziende di marketing che vi garantiscono di stravolgere il vostro business gestendolo in modo automatico.

Ma provare può rivelarsi un grave errore. Soprattutto se sottoscrivete un contratto che vi vincola per un certo periodo di tempo a sostenere delle spese, pur in assenza di vendite.

Anche un’ottima società può non portarvi vendite, perché magari il vostro settore non è adatto per il tipo di pubblicità proposto. Bisogna stare in guardia!

 

 

Se ti è piaciuto il nostro articolo e gestisci o vuoi avviare un sito e-commerce, rivolgiti al nostro studio per una consulenza. Saremo lieti di aiutarti a crescere in modo sano e legale!

info@studiolegaleps.it

http://www.studiolegaleps.it